Accordo territoriale per gli affitti a canone concordato

Diventa operativa l’applicazione dell’aliquota agevolata del 10%

 

Il 2 febbraio 2016 il Comune di Spello ha sottoscritto con le organizzazioni della proprietà edilizia e le associazioni degli inquilini (UPPI- Unione piccoli proprietari immobiliari, Sicet Umbria - Sindacato inquilini casa e territorio e Feder.Casa - Sindacato nazionale inquilini), l’intesa territoriale per gli affitti a canone concordato, un documento a cui si giunge dopo un periodo di confronto e che, grazie all’unione, garantisce anche nella città l’applicazione dell’aliquota agevolata del 10%, la cosiddetta “cedolare secca.

Dal punto di vista tecnico, con l’applicazione dell’aliquota agevolata al 10% in vigore per il periodo 2014/2017 diventa operativo anche a Spello il DL n. 47/2014 che consente l’applicazione anche a quei comuni per i quali nei cinque anni precedenti la data di conversione in Legge del decreto stesso (28-5-2014) sia stato dichiarato lo stato di emergenza a seguito di eventi calamitosi.

Ai fini dell’applicazione dei vari parametri per la determinazione del canone concordato il territorio comunale è stato diviso in 3 zone: 1) il centro storico; 2) la periferia del centro storico e i nuclei abitati di Capitan Loreto, Ponte Chiona, Acquatino, Collepino,  San Giovanni; 3) l’area rurale e il resto del territorio.

Da precisare che la “cedolare secca” è un regime facoltativo, che si sostanzia nel pagamento di un’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali (per la parte derivante dal reddito dell’immobile). In più, per i contratti sotto cedolare secca non andranno pagate l’imposta di registro e l’imposta di bollo, ordinariamente dovute per registrazioni, risoluzioni e proroghe dei contratti di locazione. La cedolare secca però non sostituisce l’imposta di registro per la cessione del contratto di locazione.

Inoltre, da quest’anno, grazie alla Legge di stabilità 2016, viene prevista una riduzione dell’IMU nella misura del 25% relativamente agli immobili locati a canone concordato il cui contratto  si invita a consegnare in copia all’Ufficio Tributi del Comune di Spello per i relativi tempestivi aggiornamenti tributari. L’inquilino oltre ad avere l’opportunità di vedere mitigato e regolato il  canone di locazione, continuerà a beneficiare  di una detrazione d’imposta di 247,90 o di 495,80  euro in presenza dei requisiti di reddito. 

SI CONSIGLIA di consegnare una copia del contratto registrato presso Ufficio Tributi per il tempestivo aggiornamento informativo delle basi imponibili ai fini IMU

Per informazioni e stipule è possibile fare riferimento:agenzie entrate, organizzazioni sindacali proprietari e inquilini, CAF, Liberi professionisti

  Presentazione cedolare secca