• banner fb festival

Festival del Cinema Città di Spello ed i Borghi Umbri

Festival del Cinema Città di Spello ed i Borghi Umbri 2016 

Finisce un film e tutti si alzano in piedi per lasciare la sala di proiezione, quando ancora i titoli di coda
stanno scorrendo e con loro velocemente passa l’immenso operato di chi ha contribuito con passione e
professionalità alla sua realizzazione. Quanto duro lavoro e sacrifici sono stati impegnati?
E chi sono queste persone dietro i riflettori?
Ecco nascere nel 2012 il Festival del Cinema Città di Spello ed i Borghi Umbri “RASSEGNA CONCORSO LE
PROFESSIONI DEL CINEMA” dedicato ai professionisti del “dietro le quinte” del cinema.
Ad organizzare l’evento è l’Associazione Culturale di Promozione Sociale Aurora, che ha come scopo di promuovere la cultura cinematografica in tutte le sue forme ed in particolare la diffusione della cultura cinematografica.
L’eccellenze umbre sono un’altra priorità del Festival a partire dal suo centro nevralgico Spello, la
cosiddetta Splendidissima Colonia Julia, ricca di storia, arte, cultura, enogastronomia, eventi e dai Borghi Umbri che di anno in anno aderiscono al Festival.

PREMIO ALL'ECCELLENZA 2016

Quest'anno l'organizzazione del Festival ha deciso di attribuirlo al maestro Ermanno Olmi che sarà presente in occasione della cerimonia di premiazione programmata per sabato 5 marzo al Teatro Subasio di Spello. (scheda allegata)

 

FILM IN GARA (schede allegate)

CHIAMATEMI FRANCESCO IL PAPA DELLA GENTE di Daniele Luchetti, BANANA di Andrea Jublin, NON ESSERE CATTIVO di Claudio Caligari, IL RACCONTO DEI RACCONTI di Matteo Garrone, ALASKA di Claudio Cupellini, IO E LEI  di Maria Sole Tognazzi, L'ATTESA di Piero Messina, LA PRIMA LUCE di Vincenzo Marra, STORIE SOSPESE di Stefano Chiantini, BELLA E PERDUTA di Pietro Marcello e CLORO di Lamberto Sanfelice.

 

FILM EUROPEI (schede allegate)

PRIDE di Matthew Warchus, LA FAMIGLIA BELIER di Eric Laurtigau, ROAD 47 di Vicente Ferraz, RAMS STORIA DI 2 FRATELLI E 8 PECORE di Grimur Hakonarson, LOCKE di Steven Knight, 45 ANNI di Andrew Haigh, MEDITERRANEA di Jonas Carpignano , film ancora non distribuito in Italia.

 

FILM BACKSTAGE IN CONCORSO

La Prima luce regia di Marco Agostinacchio, Il Racconto dei racconti  regia di Greta De Lazzaris, Non essere cattivo regia di Matteo Graia, L'attesa regia di Tiziano Russo e Storie sospese regia degli allievi della Scuola  del Cinema IFA di Pescara.

 

GIURIA CONCORSO FILM ITALIANI

Olivia Musini - Produttrice Cinema Undici

Raffaella Fioretta - Responsabile delle organizzazioni e delle relazioni pubbliche ed istituzionali

Rosita Celentano - Attrice, Conduttrice Televisiva

Tilde Corsi - Produttrice R&C Produzioni

Paola Freddi - Montatore

Fabrizio Mosca - Produttore

Selvaggia Castelli - RAI Direzione Relazioni Esterne Sponsorizzazioni e Festival

Cecilia Zanuso - Montatore

Giuseppe Sansonna - Critico Cinematografico radio 24 il sole 24 ore

Paolo Ruffini - Direttore TV 2000

 

GIURIA CONCORSO FILM STRANIERI

Maurizio Zaccaro - Regista

Elizabeth Missland - Stampa Estera

Fulvia Manzotti - Produttrice Faso Film

Fabrizio Giometti - Ufficio Stampa

Marina Pennafina - Attrice

 

GIURIA CONCORSO BACKSTAGE

Fabio Melelli - critico cinematografico

Stella Carnevali - giornalista

Maestro Federico Savina - Docente del Centro Sperimentale/Scuola Nazionale di Cinema di Roma.

 

GIURIA CONCORSO DOCUMENTARI

Donatella Cocchini - Presidente Associazione Culturale Aurora

Fabrizio Cattani - Regista

Francesco Liotard - Fonico

Andrea Cova - Reporter

 

DOCUMENTARI IN CONCORSO

Sono sei le pellicole-documentario che concorreranno sul tema "L' Umbria di San Francesco. Il Santo, l'uomo. Percorsi, paesaggi e  luoghi del Poverello di Assisi".

Eccole: Assisi–Gubbio In cammino per la riconciliazione sul Sentiero di San Francesco (Regia Maria Amata Calò. Co-prodotto da TV200 e Pressnews), La Santa Invasione (Regia Filippo Di Giacomo Massimo Milone, Aldo Maria Valli Fabio Zavattaro. Produzione Rai), #Road 2 Rome (Regia Laura Cervellione e Giuseppe Solinas. Produzione Rai), Rivoluzione Francesco (Regia Aldo Maria Valli. Produzione Rai), Francesco Papa fra la gente (Regia Lucio Brunelli. Produzione Rai) e Tre volte Gerusalemme  (Regia Simone Leandri. Produzione Rai).

 

IL CONCERTO

Avrà luogo allo Zut (ex Ciname Vittoria) di Foligno nella serata di venerdì 4 marzo con il gruppo “IO E I GOMMA GOMMAS”. Velocità, melodia, rock’n’roll e – soprattutto – fun fun fun!!!, sono le parole d’ordine che caratterizzano questa band,  un vero concentrato di divertimento, tecnica e pazzia al ritmo delle canzoni storiche italiane rivisitate in chiave punk/rock’n’roll… Serata di beneficenza a favore di Telethon Umbria

 

LE MOSTRE 

Saranno cinque le mostre in occasione della V edizione del Festival del Cinema Città di Spello ed i Borghi Umbri e tutte saranno ospitate nel Palazzo Comunale, per l’occasione rinominato Palazzo del Cinema. 'Francesco nel cinema'  in prima nazionale a cura del CSC, 'Due gocce di Chanel N. 5' a cura di Luciano Lapadula e Vito Antonio Lerario, 'CinematoGRAFITE' a cura di fumettisti e artisti umbri, 'Ricordi in due note' a cura di Isabella Rossiello e 'Mostra delle opere in concorso degli Istituti Superiori umbri'.

FRANCESCO NEL CINEMA: Un percorso tra immagini e documenti per raccontare il fascino esercitato dal Santo su registi e sceneggiatori ANTEPRIMA NAZIONALE a cura della Cineteca Nazionale Centro Sperimentale di cinematografia Palazzo del Cinema  dal 27 febbraio al 6 marzo - Orari: 9/13 - 15/18. (Chiuso lunedì e martedì)   Il CSC - Cineteca Nazionale Centro Sperimentale di cinematografia cura, per il Festival di Spello e in prima nazionale, la mostra Francesco nel cinema, un percorso tra immagini e documenti che racconterà il fascino esercitato dal Santo di Assisi su registi e sceneggiatori italiani ed internazionali. I materiali in mostra, provenienti dagli archivi della Cineteca Nazionale e della Biblioteca Luigi Chiarini del Centro Sperimentale di Cinematografia, variano tra foto di scena e fotogrammi, stralci di sceneggiature, partiture delle colonne sonore, corrispondenze private tra autori, e sono per lo più inediti. Il percorso fotografico parte dal primo film realizzato su San Francesco, "Il poverello d’Assisi" di Enrico Guazzoni, del 1911. Girato ad Assisi, il film fu presentato al concorso indetto nell’ambito dell’Esposizione Internazionale di Torino di quell’anno dove vinse il secondo premio per la categoria artistica. Nell’ambito della produzione del cinema muto – all’interno della quale segnaliamo anche un progetto non realizzato degli anni ’10 di cui esiste una sceneggiatura scritta da Guido Gozzano – in mostra anche "Frate Francesco" di Giulio Antamoro, 1927, realizzato ad Assisi, terzo film muto italiano sulla vita del santo dopo l’opera di "Guazzon" e "Frate Sole" di Mario Corsi e Ugo Falena del 1918. Si passa poi all’epocale - sia per la storia del cinema sia per la trattazione della vita di San Francesco - "Francesco, giullare di Dio" di Roberto Rossellini, del 1950, scritto dal regista stesso sulla base de "I Fioretti di San Francesco" e della "Vita di frà Ginepro", uno dei discepoli del Santo, e sceneggiato con Federico Fellini, Brunello Rondi, Sergio Amidei, padre Antonio Lisandrini, padre Félix Morlion. Il film costituisce un’operazione sofisticata, che alla sua uscita non mancò di scandalizzare i benpensanti: piuttosto che sottostare a banali schemi agiografici, Rossellini sposta l’attenzione dalla figura del santo a una coppia di fraticelli, frate Ginepro e l'anziano Giovanni il Semplice, per presentare un’immagine della santità vicina alla follia, al comportamento infantile e tutt’altro che ieratica. Se cronologicamente seguirebbe la pellicola hollywoodiana"Francis of Assisi" di Michael Curtiz, del 1961,  improntata alla spettacolarità, e se un riferimento da ricordare è "Uccellacci e uccellini" di Pier Paolo Pasolini, del 1966, con Totò e Ninetto Davoli – che non mette in scena la vita del Santo ma riflette sui principi francescani facendoli deflagrare con le ideologie politiche della sinistra del tempo –, la mostra si focalizza sulla filmografia di Liliana Cavani, nella quale la figura del santo di Assisi rappresenta un vero e proprio leitmotiv. La regista infatti si confronta con la figura di Francesco nel 1966 in uno sceneggiato televisivo in due puntate, interpretato dall’icona della Nouvelle Vague Lou Castel, nel 1989, con il film "Francesco", impersonato da Mickey Rourke, e infine nel 2014, con una nuova miniserie televisiva. Il focus sul cinema della Cavani si arricchisce di sceneggiature e corrispondenze private relative alla realizzazione del film del ’89. Conclude il percorso il lavoro notissimo, che Franco Zeffirelli dedica a San Francesco nel 1972, "Fratello Sole, Sorella Luna", anche questo ricordato sia con immagini che con stralci della sceneggiatura, scritta dal regista insieme a Suso Cecchi d’Amico e Lina Wertmüller, e con brani dalla partitura originale, composta da Riz Ortolani per la colonna sonora.   

"...DUE GOCCE DI CHANEL NR 5" : Abiti, profumi e prodotti di bellezza in oltre un secolo di moda e cinema a cura di Luciano Lapadula e Vito Antonio Lerario Palazzo del Cinema  dal 27 febbraio al 6 marzo - Orari: 9/13 - 15/18. (Chiuso lunedì e martedì)   "Marilyn, cosa indossi per dormire?" "Due gocce di Chanel nR 5" Questo fu quanto apparve sulla rivista Life il 7 agosto 1952. Il resto è leggenda. Divismo e bellezza sono da sempre le componenti di quella pozione magica in grado di generare mode, tendenze, manie. Attraverso la mostra “Due Gocce di Chanel Nr 5” questi miti rivivono in un inedito percorso museale ideato e progettato dallo storico del costume Luciano Lapadula e dal suo collega e stilista Vito Antonio Lerario. In occasione dell’edizione 2016 del Festival del Cinema di Spello il suggestivo percorso mostra al pubblico i trucchi o i profumi, gli abiti e gli accessori che grazie alle dive cinematografiche più glamour, hanno segnato stili ed epoche storiche dalla nascita del cinema ad oggi.     

CinematoGRAFITE 20: illustratori sul set Palazzo del Cinema  dal 27 febbraio al 6 marzo - Orari: 9/13 - 15/18. (Chiuso lunedì e martedì)   La mostra CinematoGRAFITE raccoglie le opere di venti ar tisti umbri (fumettisti e illustratori9 che, con le più svariate tecniche che passano dal pittorico, al bianco e nero, al digitale e al colore, omaggiano, reintrerpretano, ironizzano sul mondo del cinema e i loro protagonisti. Tra gli interpreti di questi lavori, spiccano nomi di autori famosi a livello internazionale nel campo dell'illustrazione. Altri artisti, fanno par te dell'associazione culturale "Umbria Fumetto" la quale organizza eventi in tutta la regione e gestisce la Biblioteca delle nuvole di Perugia, una delle piu' importanti biblioteche fumettistiche in Italia. Infine alcuni fanno anche par te del gruppo "Fumettisti su RAI 3" dove tutte le settimane danno il loro contributo artistico in diretta televisiva.   Gli autori (rigorosamente in ordine alfabetico)   01- Bargagna Marco (Mister Bad) 02- Bargagna Roberto (Barga) 03- Bernasconi Luciano 04- Biagini Francesco 05- Boccardini Massimo 06- Bracchi Manuel 07- Chiacchiera Moreno 08- Favilli Claudia 09- Ferracci Claudio 10- Ferracci David 11- Galletti Chiara 12- Grohmann David 13- Kuiry 14- Lauria Arturo (Moloch) 15- Leombruni Marco 16- Leombruni Michele 17- Pampanelli Daniele 18- Sbarra Ulderico 19- Stano Aurora 20- Sudario Brando

RICORDI IN DUE "NOTE": Omaggio agli attori che hanno fatto emozionare i nostri nonni e genitori a cura di Isabella Rossiello Teatro Subasio dal 27 febbraio al 6 marzo - orari 9/13 - 15/18 (Chiuso lunedì, martedì e mercoledì)   Si tratta di musicisti? No al Festival di Spello vogliamo ricordare attrici e attori un po' dimenticati dal pubblico e dai media. Un omaggio a loro che hanno fatto divertire, emozionare i nostri nonni, i nostri genitori, è nostro desiderio farli conoscere alle nuove generazioni. Vogliamo dar loro un nome, dire a quanti magari li vedono di sfuggita nei film di Totò, della Loren della Lollobrigida, chi sono, chi erano, perché erano tanto amati e perché senza di loro il cinema italiano non sarebbe stato ciò che è stato. Non parleremo infatti di nomi che sono ancora in auge come i suddetti ma di alcuni artisti altrettanto importanti e grandi, a volte caratteristi, a volte interpreti principali e tuttavia caduti nell’oblio dello show biz. La mostra si presenta come un omaggio a chi il cinema lo ha fatto nascere e crescere, non parleremo della Magnani o della Loren o di Totò e Mastroianni, perché appunto di loro sappiamo già tutto. Volutamente non ci sono date di nascita e di morte, solo volti, nomi e "due note " ossia poche righe, piccole curiosità che serviranno a stimolare, si spera, la curiosità del visitatore. Abbiamo fretta, una dannata fretta e ci chiediamo quanti si sarebbero soffermati a leggere lunghe note biografiche, ma se un volto, una curiosità rimane in mente, la voglia di saperne di più, magari dopo i compiti, in una serata uggiosa, quel volto in B/N visto al Festival del Cinema di Spello, quella bella signora di cui non sappiamo il nome, gli occhi profondi di quell'attore visto tante volte avrà una storia, avrà nuovo splendore attraverso piccole ricerche sul computer, ormai divenuto memoria storica. Abbiamo scelto attrici e attori italiani, non per orgoglio nazionalista, semplicemente perché se avessimo introdotto anche attrici e attori di Hollywood la scelta sarebbe stata troppo vasta e dispersiva. Vogliamo ricordarli tutti in B/N nonostante il colore sia stato fondamentale già dagli albori, il primo film fu proiettato, dipinto a mano con anilina addirittura nel 1895, di Thomas Edison si chiamava Annabell’s Dance, troviamo film a colori (dipinti a mano nel 1908 di Méliès) ma essendo un procedimento costoso gli fu preferito il B/N, con il pathtecrome, 1929 i film a colori divennero più abbordabili per il grande pubblico. Abbiamo scelto artisti che racchiudono un lasso di tempo che va dagli anni '30 fino ai '70, questo periodo ci è sembrato il più significativo riguardo ai ricordi, poiché dagli '80 in poi molti nomi.

 

IL LIBRO

Come da tradizione troverà spazio nel corso della manifestazione anche la presentazione di un libro e quest'anno l'organizzazione ha deciso di dare risalto a 'Pane, Film e Fantasia' di Laura Delli Colli. "Dalla pasta e broccoli di Roma città aperta ai dolci rubati dei film di Nanni Moretti: un viaggio tra cucina e grande schermo."

Sala Petrucci - Palazzo del Cinema - Sabato 6 marzo ore 16

 

I SEMINARI

Come ogni anno il Festival del Cinema Città di Spello ed i Borghi Umbri predispone anche diversi seminari che vengono ospitati principalmente nelle scuole che aderiscono all’iniziativa, coinvolgendo quindi numerosi studenti.

I vari seminari sono realizzati da personaggi assolutamente illustri del settore, professionisti di fama nazionale ed internazionale.

Seminario del SUONO: Federico Savina

Seminario degli EFFETTI SPECIALI: Giorgio Giorgione

Seminario del COSTUME: Luciano Lapadula Vito Antonio Lerario

Seminario della REGIA: Ado Hasanovic

Seminario della STORIA DELLA CINEMATOGRAFIA: Roberto Girometti

Seminario del DOPPIAGGIO: Ester Padano

Seminario della SCENEGGIATURA

 

CONFERENZE (schede allegate)

Saranno due, “SAN FRANCESCO NEL CINEMA” (martedì 1 Marzo ore 16:00 Tetro degli Instabili-Assisi) e “SUONO E MUSICA NEL CINEMA” (mercoledì 2 marzo ore 10.30  Palazzo Trinci–Foligno).

 

EVENTI

Saranno due le serate...particolari dell'edizione 2016 del Festival del Cinema. La prima è prevista per sabato 20 Febbraio: durante una delle bellissime serate del Country Cafè Disco Restaurant di Bastia Umbra, lo Staff del Festival del Cinema, in collaborazione con la Scuola “Espressione Danza” di Assisi, presenterà il FlashMob “Il Cinema è qui”. La seconda è invece programmata per sabato 27 febbraio, denominata 'Noir Emotionnel': visita serale della mostra con il magico sottofondo della musica dei Micrologus. Serata evento su invito e prenotazione.

 

COLLABORAZIONI

Il cinema 'tira' e così aumentano anche le collaborazioni del Festival del Cinema che ha conquistato il mondo dei ragazzi ed infatti il coinvolgimento degli stessi è decisamente aumentato con Istituti Alberghieri e del NID, Nuovo Istituto Design di Perugia che tra l'altro curerà lo sport del Festival con due allievi: Gabriele Gizzi e Valentina Vanni.

 

COMUNI COINVOLTI

Come nelle edizioni precedenti non solo Spello è coinvolto e anzi si registrano sempre maggiori adesioni da parte dei Comuni che manifestano grande interesse e voglia di far parte di questa manifestazione:

Spello

Perugia

Foligno

Assisi

Nocera Umbra

Cascia

Gualdo Cattaneo

Cannara

Bevagna

San Venanzo

Montecastello di Vibio

Campello sul Clitunno

Pro loco San Feliciano di Magione

 

 Per maggiori informazioni: www.festivalcinemaspello.com

 

Perugia, 28 gennaio 2015

 

Ufficio Stampa - Stefano Bagliani