TORNA AL TEATRO SUBASIO "LA BELLA STAGIONE"

 

Torna finalmente dopo una lunga pausa “La Bella Stagione”, la stagione di prosa del Teatro Subasio di Spello curata da Fontemaggiore Centro di Produzione Teatrale con il sostegno del Comune di Spello, Regione Umbria, Ministero della Cultura.
Una stagione con 7 spettacoli che presenta le tendenze più interessanti della scena italiana, accogliendo artisti che si contraddistinguono per ricerca, talento, energia.

Apre sabato 27 novembre lo spettacolo più acclamato al Roma Fringe Festival 2020: “La difficilissima storia della Vita di Ciccio Speranza”, del giovane drammaturgo e regista Alberto Fumagalli, con in scena tre attori di grande impatto e una storia che colpisce l’immaginario con la sua forza poetica.
Venerdì 10 dicembre è la volta di “Infanzia Felice” di e con Antonella Questa, artista capace di uno sguardo sempre acuto e ironico sulla realtà che in questo spettacolo volge verso l’infanzia e la pedagogia, indagando le dinamiche che si muovono tra famiglia e scuola.
Un atteso ritorno il 21 gennaio è quello di Babilonia Teatri con “Pedegree”: la compagnia, ormai da diversi anni tra le protagoniste indiscusse della scena italiana, con un linguaggio sempre innovativo tocca temi di scottante attualità, provocando lo spettatore e spingendolo ad una riflessione senza sconti. Non poteva poi mancare uno sguardo ai giovani talenti umbri che si stanno affermando nel panorama nazionale: il 25 febbraio Alessandro Sesti e Giacomo Sette presentano “L’origine dell’eroe”, spettacolo tratto dalla storia vera di una giovane dottoressa ai tempi del Covid, storia che viene trasfigurata nei fumetti dei supereroi disegnati appositamente per lo spettacolo.

Serata speciale l’11 marzo con lo spettacolo in realtà virtuale di e con Elio Germano “Segnale d’allarme. La mia battaglia VR”, una sperimentazione che trasporta lo spettacolo teatrale nella realtà immersiva del 3D. Lo spettacolo apre il Festival del Cinema di Spello 2022, per l’occasione sarà presente il regista VR Omar Rashid.

Si prosegue sabato 26 marzo con Lodo Guenzi, il popolare cantante del gruppo Lo stato sociale, personaggio imprevedibile ed eclettico che si muove tra musica, televisione, teatro e cinema. A Spello racconta tra parole e musica tutta la sua vita in “Uno spettacolo divertentissimo che non finisce assolutamente con un suicidio”.

Chiude la stagione il 1 aprile “Farfalle” di Emanuele Aldrovandi, un altro drammaturgo e regista di grande talento. Insignito di numerosi premi, i suoi spettacoli sono prodotti dai maggiori teatri italiani. “Farfalle”, Premio Hystrio scritture di scena 2015 e Mario Fratti Award 2016, mette in scena due bravissime attrici per interpretare il rapporto stretto e ambiguo di due sorelle.

Il 6 maggio invece, in occasione della manifestazione Borgo diVino che si terrà a Spello dal 6 all’ 8 maggio, andrà in scena la commedia 40 mq di Emiliano De Martino (fuori abbonamento).

Racconta la direttrice artistica Beatrice Ripoli: “In questo tempo sospeso non ci siamo fermati, ma abbiamo lavorato pensando a come poter ricominciare e a cosa potevamo rinnovare. Una ricerca che ci ha portato ad intessere nuovi dialoghi, allacciare nuove relazioni, nel segno di un’apertura che contrastasse con la chiusura intorno a noi. La Bella Stagione riflette tutto questo”.

Soddisfatti anche l’Assessore alla Cultura del Comune di Spello Irene Falcinelli e il Sindaco Moreno Landrini: “il Teatro Subasio continua a configurarsi come luogo fondamentale della vita cittadina: un teatro per i più piccoli, un teatro che re-inventa i sui laboratori cittadini, un teatro che si pone all’attenzione regionale e nazionale con la sua Stagione di Prosa, un teatro da non perdere!”


E’ aperta la campagna abbonamenti a 7 spettacoli o a 4 spettacoli a scelta.

Ulteriori informazioni su: www.fontemaggiore.it